By Emanuela Haimovici

Rispondere in maniera costruttiva agli errori commessi

 

Nel precedente articolo ci siamo lasciati analizzando la curiosità e l’umiltà come fattori he creano sicurezza psicologica sul posto di lavoro.

Adesso andremo a vedere un altro fattore molto molto importante nella costruzione della sicurezza psicologica: perdonare gli errori e rispondere a questi in maniera produttiva.

Cosa significa?

Questo fattore ha importanza sia per il datore di lavoro che per il lavoratore stesso.

A tutti può capitare di sbagliare sul lavoro, siamo uomini e non macchine, ma fondamentale è avere modo di affrontare gli errori in maniera costruttiva.

L’errore è stato fatto e l’unico modo per porvi rimedio o per non ripeterlo nel futuro è ammetterlo e guardarlo in faccia, facendolo divenire un’occasione, un punto da cui rivedere alcune cose e ripartire.

Assumersi la responsabilità di ciò che è stato fatto significa reagire in maniera costruttiva e tirar fuori anche una capacità fondamentale nel lavoro: il problem solving, cioè affrontare l’errore introducendo soluzioni anche innovative per non ripeterlo. 

Da parte del manager, importante ruolo gioca la sua risposta positiva: non è rispondendo in maniera negativa e additando l’errore che si va avanti, ma ripercorrendo insieme al lavoratore non solo i passi che hanno portato a quello sbaglio, ma anche e soprattutto rivedendo le dinamiche lavorative che si stanno verificando.


” A tutti può capitare di sbagliare sul lavoro, ma fondamentale è avere modo di affrontare gli errori in maniera costruttiva.”

Infatti, capire il perché di uno o più errori, può far luce anche su dinamiche che sono controproducenti, come il troppo carico di lavoro e responsabilità mal distribuito nel team, oppure affidamento di incarichi a persone che non sono competenti in quel campo e che non hanno ricevuto spiegazioni esaurienti.

Daniel Goleman, nel suo libro, intelligenza sociale, così descrive il percorso che il manager deve intraprendere per avere risposte produttive:

“Se reagisci evitando di lasciarti andare, questo aumenta in maniera enorme la fedeltà di un dipendente nei tuoi confronti – e lui o lei potrebbe imparare qualcosa su come fare meglio la prossima volta.

 Meglio ancora se puoi mostrare la tua reazione con un tono di supporto, non di giudizio.

Questo si chiama “fare il manager con compassione”.

Ricerche importanti hanno dimostrato che questa modalità di reazione, combinata con la consapevolezza del lavoratore di aver commesso uno sbaglio, abbia risultati migliori rispetto alle posizioni dure.

Le persone amano e si fidano dei capi che mostrano gentilezza e questo aumenta a sua volta le loro prestazioni.